Perché gli americani stanno abbandonando Spotify (per passare a Apple Music)


Pacchetti per famiglie e sconti per studenti, ma intanto Spotify scivola al secondo posto negli USA nella classifica dei servizi più utilizzati per lo streaming musicale.

A febbraio, il Wall Street Journal aveva pubblicato un rapporto sorprendente: secondo la ricerca del quotidiano, era prevedibile che la stima degli abbonati al principale competitor, Apple Music, avrebbe superato quelli di Spotify già entro questa estate.

spotify4

All’inizio del mese, una ulteriore indagine ha confermato che la profezia del Wall Street Journal si è avverata: ora Apple è davanti a Spotify per numero di abbonati alla piattaforma.

Ora, un nuovo studio spiega perché Spotify ha apparentemente “perso” le guerre di streaming musicale negli Stati Uniti. E perché continuerà a rimanere indietro.

LEGGI ANCHE: Spotify presenterà un gadget per lo streaming della musica in auto (incluso nell’abbonamento)

Perché gli americani stanno abbandonando Spotify

Quindi, perché così tanti americani abbandonano facilmente Spotify? Opzioni, opzioni e opzioni. Forse troppa scelta.

Sempre secondo il Wall Street Journal, Apple Music ha un tasso di crescita degli abbonati del 5%. Tuttavia, il giornale ha ammesso che gli analisti non dovrebbero aspettarsi che il servizio replichi il suo successo in tutto il mondo. Invece, Spotify ha un tasso di crescita degli abbonati del 2% negli Stati Uniti, e di un favoloso 7% in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: La metro di New York celebra David Bowie grazie a Spotify

Perché Spotify ha un tasso di crescita degli abbonati inferiore negli Stati Uniti? Josh Lowitz, Partner e cofondatore del CIRP, spiega, semplicemente, che la lotta è serrata: “Gli Stati Uniti sono un mercato davvero competitivo con una serie di opzioni valide per la musica in streaming sia gratuita che a pagamento”.

ninja

Spotify CEO Daniel Ek speaks during a press event in New York May 20, 2015. Spotify, which provides free on-demand music or ad-free tunes for paying customers, said it will now also provide video content and podcasts. REUTERS/Shannon Stapleton

Basti pensare ad Amazon: il gigante dell’eCommerce ha 90 milioni di abbonati nei soli USA e il numero sale a ogni trimestre. Amazon offre due diversi tipi di pacchetto musicale ai suoi abbonati: quello gratuito, Prime Music, e Amazon Music Unlimited a un prezzo scontato. Avrebbe senso pagare circa dieci dollari al mese in più per un abbonamento a Spotify?



Source link

show