Ciro Immobile investe in una startup di servizi digitali per le case vacanze


Dopo aver investito un anno fa in Moovenda, startup romana che si occupa di food delivery, e più di recente in Revoilution (società che ha sviluppato una macchina per produrre olio d’oliva in cucina), il calciatore della Lazio e della Nazionale Ciro Immobile ha partecipato ad un’altra operazione a sostegno di un progetto innovativo. Con la sua 9 Invest infatti è tra i soggetti che hanno contribuito al nuovo aumento di capitale da 500 mila euro di Vikey, startup del portafoglio di LVenture, che si occupa di servizi di hospitality (in particolare ha digitalizzato il processo per gestire da remoto check in e check out degli appartamenti a uso ricettivo).

Vikey

Vikey – il team

Che fa Vikey

Fondata nel 2015 da Luca Bernardoni, Federico Raccah e Richard Sasson, a giugno 2017 la società ha chiuso un primo aumento di capitale da 300 mila euro. Vikey ha sviluppato una tecnologia IoT, installata all’interno dell’appartamento, che permette ai gestori delle case per vacanze l’apertura in remoto, con lo smartphone, del portone del palazzo e della porta di casa. Il sistema è anche capace di gestire tutti gli aspetti del check-in e del check-out, compreso l’invio dei documenti

L’aumento di capitale

Il round è stato guidato da Italian Angels for Growth e Club degli Investitori e hanno partecipato LVenture e alcuni business angel di Angel Partner Group.

Verso l’Europa

“Questo nuovo round di investimento – ha dichiarato Luigi Capello, CEO di LVenture – dimostra le grandi potenzialità di Vikey in un mercato in forte espansione, come quello del Vacation Rental, dove i principali player sono alla continua ricerca di nuove tecnologie e delle soluzioni innovative proposte dalle startup”. Tra gli obiettivi della startup l’espansione nel mercati europeo, a partire da Spagna, Francia e Portogallo. “I numeri di quest’anno parlano chiaro: Vikey è ormai una realtà consolidata ed in crescita esponenziale – ha detto Luca Bernardoni, CEO della compagnia – non ci accontentiamo di quanto fatto finora e sfrutteremo questo nuovo investimento per scalare il mercato europeo. La rivoluzione dell’home automation è appena iniziata”.





Source link

show