Round da 2 milioni per Exein, la startup che mette in sicurezza l’IoT


Aumento di capitale di 2 milioni di euro per Exein, startup di cybersecurity che si occupa della sicurezza dell’Internet of Things (IoT) e dei dispositivi di infrastrutture critiche e industriali. A guidare l’operazione United Ventures, gestore italiano indipendente di Venture Capital specializzato in investimenti in società innovative nei settori del software e delle tecnologie digitali. Le nuove risorse racconte dalla società, basata a Roma e fondata a luglio 2018 da Gianni Cuozzo (CEO)saranno destinate allo sviluppo del prodotto che include un software per la sicurezza del firmware che può operare offline senza la necessità di cloud computing e che si integra nel firmware.

exein

Intelligenza Artificiale e monitoraggio offline

La soluzione di Exein include un sistema di controllo continuo del firmware e di controllo minacce dinamico, direttamente sul dispositivo attraverso l’apparecchiatura di rete. E’ in grado di effettuare tutte le sue operazioni senza consumare potenza computazionale esterna né memoria, e di operare senza una connessione Internet. Tra le principali caratteristiche, c’è la dotazione di Intelligenza Artificiale distribuita a livello locale e nel cloud, l’autonomia, il monitoraggio offline, la profilazione precisa del comportamento dell’hardware, oltre che la presenza di  un sistema di apprendimento parallelo che crea una corretta analisi, abilitando così la creazione di un modello di funzionamento ideale.

Strumenti per la cybersecurity

“Il mercato dell’IoT – ha spiegato Gianni Cuozzo – si appresta a raggiungere un valore di 267 miliardi di dollari entro il 2020. Similmente, il mercato del controllo di supervisione e acquisizione dati (SCADA) nello stesso periodo toccherà i 32,7 miliardi di dollari e, con il 90% dei firmware vulnerabili, è ben chiaro quanto la necessità di una soluzione unica, come Exein, sia vitale. Exein – ha aggiunto – non è solo un’applicazione di retrofitting, ma è anche compatibile con la maggior parte dei firmware, come ad esempio i firmware baremetal, i firmware basati real-time e quelli basati su Linux. Siamo entusiasti all’idea di portare avanti questo progetto con il finanziamento di United Ventures, una vera boccata d’aria fresca, e speriamo che i nostri strumenti per la cybersecurity andranno a vantaggio di numerose aziende ed enti pubblici”.

Imprenditore di grande talento

Per Massimiliano Magrini, co-founder e managing partner di United Ventures “ciò che determina il successo di una startup sono le persone che la guidano, e con Exein stiamo investendo su in imprenditore di grande talento con esperienza comprovata. Analista in workshop della NATO, delle Nazioni Unite e nominato per il premio ‘Innovatori Under 35’ del MIT Italia, Gianni – ha detto ancora Magrini – si è dimostrato eccellente nel mettere insieme capacità imprenditoriali e tecniche. Siamo entusiasti di investire nella sua azienda e il suo obiettivo di proteggere la privacy e la sicurezza di milioni di persone in tutto il mondo”.

 





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *