hhsdjh, l’indecifrabile post di IKEA che è diventato virale


“hhsdjh”. Questo lo strano messaggio apparso sulla pagina Facebook del noto brand IKEA, sabato 8 febbraio.

Le sei lettere contenute nell’indecifrabile post hanno suscitato la curiosità del “popolo del web” che nel giro di poche ore ha iniziato a condividere e a commentare il messaggio, rendendolo virale in brevissimo tempo.

ninja

Ad oggi il bizzarro contenuto ha raggiunto numeri importanti: 21,940 condivisioni, 3741 commenti e 10.143 condivisioni, il tutto in maniera organica.

Tra curiosità e scalpore generale la domanda comune che in tanti si sono posti è stata: geniale trovata pubblicitaria oppure fortunato errore del social media team?

In ambo i casi una cosa è certa, il social media manager di IKEA è riuscito con sole sei lettere a mettere al tappeto l’algoritmo di Facebook ottenendo una visibilità organica senza eguali nella storia della fan page del brand.

Libero sfogo alla fantasia del pubblico

L’accaduto ha stimolato l’immaginazione delle persone che hanno iniziato a formulare le più svariate ipotesi sulle possibili motivazioni che avrebbero potuto spingere il colosso svedese a pubblicare un post del genere.

C’è chi ha supposto che si trattasse del nome del prossimo mobile in arrivo tra gli scaffali, chi ha pensato che il tutto fosse opera dell’ex social media manager ancora in possesso delle password oppure chi ancora ha iniziato ad ironizzare giocando su una delle caratteristiche principali che contraddistinguono IKEA, commentando così:

“La parola dobbiamo montarla noi?”

Tra i vari commenti dei fan IKEA, il social media manager del brand si è beccato i complimenti da parte di alcuni colleghi:

“Passi mesi a pianificare i post sui social media e poi un post fatto a caso per sbaglio fa centinaia di commenti e visual”

Il caso non è stato oggetto di discussioni e condivisioni solo su Facebook ma si è spostato anche su gli altri canali social, basta cercare l’hashtag #hhsdjh su Instagram e su Twitter per gustare i commenti degli utenti.

La storia continua…

Lo strano messaggio a sei cifre non è rimasto tutto solo sulla bacheca del brand. Il giorno dopo, IKEA ha condiviso il post originale vantando i risultati ottenuti grazie all’insolito contenuto, in termini di like, condivisioni e commenti.

LEGGI ANCHE: IKEA punta sulla sharing economy, presto ci farà affittare i mobili

Un post pubblicato per lasciare intendere che l’azione era voluta o semplicemente un elegante modo di cavalcare l’inaspettato successo ottenuto?

Cosa si nasconde dietro l’azione social IKEA?

Qual è la verità che si cela dietro la vicenda? Si è trattato di un errore di digitazione da parte di chi gestisce i canali dell’azienda o di un esperimento social?

Supponiamo il caso che al social media manager IKEA sia scivolata per sbaglio la mano sulla tastiera: considerando la notorietà del brand una distrazione del genere sarebbe potuta costare cara all’azienda, generando una crisi. Tuttavia, il fortunato autore del post si è trovato davanti ad una reazione positiva del pubblico.

LEGGI ANCHE: IKEA si prepara ad aprire tanti piccoli negozi (e taglia 7500 posti di lavoro)

Possiamo parlare di semplice casualità o di simpatia dei follower verso il brand IKEA?

Dobbiamo riconoscere la sua abilità nel gestire la faccenda: qualcun altro al suo posto avrebbe potuto pensare di cancellare immediatamente il post per nascondere l’errore, azione impensabile considerando che gli screenshot scattati dagli utenti a pochi minuti dalla pubblicazione avevano già fatto il giro della rete.

marchi: ikea

L’altra valida ipotesi vedrebbe l’azione come un esperimento tanto ben riuscito quanto fuori dagli schemi, frutto di una strategia ben pianificata con l’obiettivo di aumentare engagement e visibilità del brand a costo zero.

Al momento non abbiamo certezze o dichiarazioni ufficiali da casa IKEA, non ci resta che attendere eventuali risvolti o meglio “istruzioni” da parte del social media team dell’azienda per fare chiarezza sulla vicenda.





Source link