12 semplici consigli per coinvolgere il tuo pubblico su Facebook


Abbiamo scelto di parlare di engagement su Facebook perché emozionare, coinvolgere, generare commenti, condivisioni e i più banali like, è tra gli obiettivi del social media marketing; e perché proprio lo scorso anno Facebook ha annunciato una serie di importanti cambiamenti in riferimento al proprio algoritmo.

Siamo stati sommersi da post di amici e familiari, a discapito della reach organica delle pagine Facebook, e la piattaforma ha penalizzato i post in cui incoraggiavamo gli utenti a interagire taggando un amico, o con un’emoji piuttosto che con un’altra.

Prima di darti i nostri consigli su come ottenere engagement su Facebook, ci teniamo a ricordarti che quello che funziona per te potrebbe non funzionare per un altro brand, e viceversa.

Per cui usa tutti gli strumenti che Facebook ti mette a disposizione, o tool esterni, per studiare il tuo pubblico e pianificare le attività.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che non puoi fare sui social network (e che forse non sapevi)

1. Incoraggia il pubblico a fare domande

Fare domande è un ottimo modo per ottenere interazioni e funziona se si definisce un tema intorno al quale porre domande, un tempo entro cui rispondere e si anticipa quando le domande riceveranno risposta, e da chi.

Di volta in volta, potrai scegliere di parlare dei tuoi collaboratori, il tuo capo, i fornitori, le persone incontrate a un evento, gli esperti del tuo settore, o svelare poco a poco il dietro le quinte della tua attività.

Una volta scaduta la sessione di domande, potrai condividere risultati e risposte con un documento, o un video, o un Facebook live. Se riesci, ti consigliamo di organizzare queste sessioni con regolarità, e non una tantum.

LEGGI ANCHE: Come scegliere i canali social più giusti per il tuo business

2. Dal feed di notizie a Messenger

Stai utilizzando i bot di Facebook Messenger nella tua strategia? Sono un buon modo per ottimizzare il lavoro, se ti occupi di gestione dei social network, e per raggiungere più facilmente i tuoi business goal.

Per generare engagement sul tuo account potresti chiedere alle persone di commentare un tuo post, spiegando loro che, così facendo, riceveranno un omaggio direttamente nella propria casella di posta Messenger.

Non dovrai inviare i buoni a ogni singolo contatto, manualmente. Il bot lo farà per te. Sfruttando il marketing del dono, fidelizzerai i tuoi utenti, segnalerai all’algoritmo di Facebook che il tuo account sta condividendo contenuti di qualità, e avrai più possibilità di raggiungere un pubblico potenzialmente interessato ai tuoi prodotti o servizi.

3. Usa le emoji

I post che includono le emoji hanno solitamente tassi alti di condivisioni e commenti.

Le emoji sono inoltre usate per rendere il brand più amichevole, meno istituzionale e hanno il potenziale di rafforzare il contatto tra il brand e il pubblico.

4. Condividi i contenuti generati dal tuo pubblico

Condividere foto o contenuti inviati o postati dai fan è un’ottima strategia per generare engagement su Facecook e mostrare quanto la community e i clienti contano per il tuo brand. Pensa a ciò che funziona su te: ti fidi più del parere di un amico o di quello di un’azienda?

I contenuti che vengono ritenuti più affidabili da parte degli utenti web sono quelli generati dalle persone e non dai brand.

Utilizzare user generated content non è solo il principio del word of mouth marketing, ma ti permette anche di incrementare la brand awareness, attirare l’attenzione di nuovi potenziali clienti, generare conversioni verso un sito web, raccogliere feedback su prodotti o servizi, generare passaparola e ottimizzare la brand reputation.

5. Lancia un contest

Un modo rapido ed efficace per aumentare l’engagement è quello di proporre un concorso o regalare un buono omaggio attraverso la tua pagina Facebook, chiedendo alle persone di partecipare, dopo aver lasciato un commento sotto il post dedicato.

Se vorrai chiedere ai partecipanti di prendere parte al contest inviando foto o brevi video, dovrai specificare come verranno utilizzati questi contenuti, accertarti di avere il consenso al trattamento dei dati, e dichiarare apertamente che il contest non è in alcun modo sponsorizzato da o associato a Facebook.

6. Richiedi feedback al pubblico

Le persone amano sentirsi al centro dell’attenzione, condividere ciò che pensano, e sentire di poter incidere sulle decisioni di un brand.

Chiedere feedback al tuo pubblico è un ottimo modo per generare engagement su Facebook.

LEGGI ANCHE: Il valore degli User Generated Content nel Word of Mouth Marketing

7. Anticipa le esigenze della tua community

Anticipare le esigenze della tua community non richiede doti sopranaturali. Dovrai però investire tempo ed energia nello studio delle bayer personans, perché solo conoscendo i bisogni, i timori e le abitudini d’acquisto del tuo pubblico, potrai sorprenderlo.

Non è un’impresa titanica e per di più potrai sfruttare, anche in questo caso, gli user generated content.

Un modo più che banale per far sì che le persone comunichino con il tuo brand è porgli delle domande. Sceglierai tu quale tono usare, se più istituzionale, educativo, informativo, amichevole o scherzoso. Sarà il tuo tone of voice a guidarti nella scelta dello stile comunicativo e degli argomenti da affrontare.

8. Tratta temi di attualità

Non tutti. Se l’argomento te lo consente, condividere con i fan la tua posizione in merito a conversazioni che sono sulla bocca di tutti, è un ottimo modo per generare engagement su Faceboook e stimolare risposte da parte del pubblico che ti segue. Unendosi alle conversazioni delle persone online, il tuo brand apparirà come una voce amica, piuttosto che come un’azienda che vuole solo fare business.

Le persone sono solitamente più inclini a parlare con altre persone che con chi vuole vendergli qualcosa.

Rispettare la tua content strategy e il piano editoriale è importante, ma lo è anche partecipare ai trendtopic, generando contenuti in linea con gli interessi del tuo pubblico. E se sei a corto di idee, consulta i calendari con le giornate nazionali e internazionali; se invece la tua è una piccola attività, non dimenticare di occuparti dei temi discussi dalla comunità locale.

Funziona anche commentare in tempo reale i programmi televisivi che il tuo pubblico segue. Le attività di instant marketing, se ben fatte, contribuiscono ad accrescere conoscenza e visibilità del brand. Last, but non least, se sei veramente bravo, e sai come arrivare prima degli altri, potrai sfruttare le breaking news per fare newsjacking.

9. Oltre il business

Lo abbiamo detto più volte. Sulle piattaforme social essere autoreferenziali non paga. In più: le persone amano le aziende con interessi che vanno al di là del semplice guadagno.

Un esempio? Sulla tua pagina Facebook potresti condividere gli aggiornamenti sulle organizzazioni non profit che sostieni, sulle attività di raccolta fondi in cui sei coinvolto come azienda o su tutti i progetti a cui stai lavorando. Rendere pubblico l’impatto positivo che stai avendo sulla comunità è una buona pratica per ricevere engagement su Facebook.

LEGGI ANCHE: 3 consigli per inserire nella tua strategia gli User Generated Content

10. Ridi e il mondo riderà con te

Perché non trasformare in un post ironico un evento frustrante o negativo? Così facendo, permetterai ai tuoi follower di identificarsi con te e sarà anche un modo per conoscere meglio la tua community.

Le persone adorano connettersi con gli altri e sentirsi comprese. Non ti stiamo chiedendo di diventare un comico da cabaret ma di mostrare il lato umano della tua azienda. Le cose divertenti accadono ogni giorno anche nel mondo del business, quindi devi solo raccontare le storie che sono già intorno a te.

Oppure, se conosci bene il tuo pubblico, potresti commentare quello che di divertente capita nelle loro vite.

generare engagement su Facebook

11. Usa bene immagini, video e live

Usare immagini per catturare l’attenzione del tuo pubblico è essenziale, ma non tutte le immagini sono adatte al web. Ad esempio le tanto abusate immagini in stock sarebbero da sostituire con immagini scattate da te o dal tuo team.

Quali immagini generano engagement su Facebook?

Le immagini non devono necessariamente essere professionali o perfette. Inizia a scattare dal cellulare, e magari aggiungi un crop o un filtro interessante e vedrai che riuscirai a creare una galleria di immagini uniche.

Per giocare con gli effetti, puoi usare una varietà infinita di app, tra cui Canva, PicMonkey, Easil, Wordswag o FrameMagic. Se ti stai chiedendo cosa funziona, ricorda che le persone sono attratte dai volti umani, e prova a variare: condividi caroselli, slideshare, album fotografici, gif, o video.

LEGGI ANCHE: Tips e dati per scegliere le immagini giuste da condividere sui social

Sappiamo tutti che Facebook predilige i post nativi, ma cosa influenza l’engagement? Secondo BuzzSumo alcuni fattori sono la lunghezza del video e la quantità di testo nel post: dovrebbero durare 60-90 secondi e avere testi di 84 caratteri.

Che tipo di video creare? Musicali, dimostrativi o informativi, con cibo e ricette, ispirazionali e commoventi, video politici, sportivi, basati sull’opinione pubblica, o che condividono notizie e risultati di studi, video di animali.

Quanto ai formati, sperimenta sia verticale che orizzontale. In merito ai titoli dei video, prova a trasmettere un senso di urgenza, non ansia, nella soddisfazione del problema di cui sta parlando.

Per creare video a partire dagli articoli del tuo blog o sito, puoi usare Lumen5. Non dimenticare i sottotitoli, perché molte persone guardano i video senza attivare l’audio.

E sperimenta i video in diretta. Per dare tempo alle persone di connettersi e interagire, Buzzsumo consiglia di creare live della durata minima di 15 minuti. Per ottenere il massimo rendimento dal live, annuncialo in anticipo e crea un format da ripetere con regolarità, magari creando un concorso legato ai commenti che arriveranno durante la diretta o riservando uno sconto ai partecipanti.

LEGGI ANCHE: A cosa serve il live streaming sui social in una strategia di Video Marketing

12. Racconta una storia

Significativa ed emozionante. Non deve per forza essere un racconto lungo. A volte poche parole possono fare la differenza.

Per concludere, ti invitiamo, come sempre, a monitorare ciò che funziona e cosa invece va rivisto o eliminato dalla tua social media strategy, perché alla fine della giornata, sarà il tuo pubblico, non tu o il tuo capo, a decretare il successo o meno dei tuoi post, e su quali contenuti o formati investire.





Source link