Spotify sta testando un’app per l’Apple Watch


Spotify sta testando un’app ufficiale per Apple Watch.

Alcuni utenti di Reddit che partecipano al programma di beta test pubblico di Spotify hanno condiviso screenshot dell’icona dell’app, i controlli di riproduzione e l’elenco riprodotto di recente con un interruttore per la modalità shuffle.

I beta tester dell’app Spotify oer iOS hanno iniziato ad accedere all’app e la prima versione sembra limitata al controllo della riproduzione dei brani. Sembra poi che l’app debba ancora essere ottimizzata per i modelli Apple Watch Series 4 da 40 mm e 44 mm.

LEGGI ANCHE: Spotify chiede all’UE di alzare la voce contro le big del tech americane

Non è ancora chiaro se Spotify pianifichi di aggiungere la funzione per l’utilizzo offline in modo che gli abbonati Premium possano sincronizzare i brani con l’iPhone e utilizzarlo anche senza il device nelle vicinanze.

Hanno lavorato a stretto contatto con Snowy

Spotify ha lavorato a stretto contatto con Snowy, l’app non ufficiale che ha permesso la riproduzione offline di Spotify su Apple Watch.

spotify-auricolari

Lo sviluppatore di Snowy, Andrew Chang, ha rivelato lo scorso anno che Spotify lo aveva assunto per creare un’app companion utilizzando l’SDK iOS dell’azienda. Questo test potrebbe essere il risultato di quel lavoro.

La sfiducia dei big nell’Apple Watch

Da circa un anno il catalogo virtuale di app per Apple Watch si è assottigliato e sono scomparse molte app di alto profilo dall’elenco. Google e Amazon hanno entrambi definitivamente rinunciato ai loro progetti di applicazioni per l’Apple Watch e anche Instagram e Twitter hanno ridotto notevolmente il budget destinato a questi prodotti.

Spotify non ha per il momento rilasciato altri particolari.

LEGGI ANCHE: Esperimento Spotify: così fa skippare la pubblicità anche a chi non paga





Source link

Se i protagonisti delle nostre serie TV preferite fossero Social Media Manager


Vi è mai capitato di chiedervi come agirebbero, calati nella vita reale, i principali personaggi delle vostre serie tv preferite?

Ad esempio, che lavoro farebbe “Il Professore” de La Casa di Carta, che aspetto avrebbe il profilo Instagram di Saul Goodman e dove andrebbero in vacanza i protagonisti di Dark.

LEGGI ANCHE: Il sito dell’ultima puntata di Better Call Saul diventa una campagna di AMC

E se i personaggi delle serie tv facessero i social media manager, quali pagine social gestirebbero e con quali tone of voice?

Tyrion Lannister (Il Trono di Spade)

Il SMM PR – “Molti follower, molto onore”
Super potere social: maestro del crisis management
Deformazione professionale: per lui, la prima impression è quella che conta
Pagine gestiteNike, Humans of New York, IKEA

serie tv

Tyrion Lannister, a dispetto della sua taglia, è un grande oratore e un grande stratega.

Nel corso de Il Trono di Spade – che assomiglia molto poco allo scenario ripreso da George Clooney nello spot Nespresso – ha rischiato più volte grosso ma con coraggio, per questo gli si potrebbe attribuire la gestione di una campagna pubblicitaria come il recente “azzardo” di Nike che vede protagonista il controverso Colin Kaepernick.

LEGGI ANCHE: La campagna Nike che sta facendo il giro del mondo, spiegata

Che significhi sfidare l’uomo più potente d’America o mettersi contro Casa Lannister non importa, ciò che conta per Tyrion è glorificare il claim “Credi in qualcosa, anche se significa sacrificare tutto quanto”.

Quindi, se volete sfidare eroicamente l’algoritmo di Facebook pubblicando 5 post a settimana non sponsorizzati, Just do it!

Accanito follower della Pagina Facebook Movimento 5 litri, una delle sue attività preferite come social media manager sarebbe il social listening e lo studio dei competitor, sulla base del quale sviluppare, poi, una propria strategia social “di contrattacco”.

LEGGI ANCHE: Che cos’è il Social Media Listening, come funziona e perché dovresti usarlo

Al di là dell’animo eroico, però, Tyirion è prima di ogni altra cosa un vero e proprio politico, al quale si potrebbe tranquillamente affidare la gestione di una community non sempre facile da tenere a bada, come quella della pagina Facebook di IKEA.

ikea matita

LEGGI ANCHE: IKEA punta sulla sharing economy, presto ci farà affittare i mobili

Anche se poi, dietro ai commenti rassicuranti e alla diplomazia, si nasconde sempre un certo piglio vendicativo – che si palesa, ad esempio, nella recente campagna Siamo fatti per cambiare, dove un innocuo gattino cerca in tutti i modi di sabotare dall’interno la convivenza tra la propria padrona e il suo fidanzato.

Oltre a coraggio e spirito politico, il vero punto di forza di Tyrion è rappresentato dalle sue doti da storyteller: sicuramente gestirebbe per vezzo pagine come Humans of New York, solo per l’intimo piacere di raccontare storie.

Un’animo romantico, ma non troppo, il suo. Convinto sostenitore del mantra – che potrebbe diventare anche la bio del suo profilo Instagram – “Forse non si comprerà l’amore, ma le interaction sì”.

Annie Landsberg (Maniac)

Il SMM Attivista – “Nulla è lasciato al carousel”
Super potere social: nonostante non abbia pieno controllo della propria identity, conosce bene quella dei brand che gestisce
Deformazione professionale: early adopter di natura, sempre alla ricerca di qualcosa che le faccia fare uno “swipe-up” delle sue giornate
Pagine gestiteNutella, Lercio

serie tv

Annie Landsberg di Maniac è un personaggio particolare, talvolta un po’ vintage come la campagna di Nutella #ParlaComeSpalmi, altre volte completamente calata in un presente problematico, caratterizzato da contrasti e inquietudini.

Lei è il tipico utente Facebook che avrebbe organizzato il ritrovo dei “mai na gioia” e si sarebbe indignata per il post di Uliveto dedicato alla nazionale italiana di pallavolo, per intenderci.

Nonostante questo animo tormentato, però, non si può certo dire che Annie non sarebbe stata una social media manager brillante! Sempre in bilico tra ciò che è vero davvero e ciò che non lo è, la sua personalità velatamente borderline l’avrebbe resa la perfetta Content Manager di una pagina come Lercio.

Instagram week in social

La frizione tra verità e fake news in chiave umoristica della community di Lercio è, in qualche modo, metafora del suo personaggio in Maniac.

Inoltre, visto che il travel rimane uno dei maggiori trend su Instagram, con tutti quei viaggi tra tempi ed epoche lontane, la sua grid Instagram sarebbe stata all’altezza di quella delle Influencer più di spicco.

Oltre a viaggiare (nel tempo) e a rapportarsi in modo a tratti schizofrenico con la realtà, Annie sarebbe stata anche un’amante della sperimentazione! Sempre alla ricerca di nuovi formati e piattaforme dove sfoggiare il proprio animo pionieristico, Annie sarebbe iscritta su Tik Tok – il nuovo Musical.ly – e crederebbe fermamente nel potenziale, per ora pressoché inesplorato, della IGTV.

Tuttavia, come Social Media Manager Annie avrebbe un’unica pecca: non accetterebbe mai di gestire clienti nel settore dell’automotive!

LEGGI ANCHE: Tesla inizia la produzione di Model Y, il suo primo crossover elettrico

Nairobi (La Casa di Carta)

Il SMM Politically Incorrect – “I don’t care at all”
Super potere social: imbattibile nella stesura dei piani media (e nel farli rispettare)
Deformazione professionale: amante dei take-over, non solo dei canali social
Pagine gestiteDurex, Freeda

serie tv

Disruptive, provocatrice e politically incorrect, Nairobi non è certo una delle migliori esperte in diplomazia: non usa sempre i giusti tone of voice e non ama le mezze misure.

Per questo, sarebbe stata senz’altro una Social Media Manager perfetta per Pagine come quella di Durex; e si sarebbe anche fatta due risate insieme a @Tokio nel moderare i commenti al post che recita “In amore vince chi prende posizione”.

Regina nel calcolo del ROI, con KPI ben chiari in testa, nella vita come sui social, che oscillano costantemente tra la reach e la rich-ness, Nairobi padroneggerebbe perfettamente tutti i segreti del social advertising.

Da sempre alla ricerca della luce in fondo al funnel, una delle sue attività social preferite è la RAK – random act of kindness, attraverso la quale concedere, di tanto in tanto, opere di bontà ai propri utenti (o ostaggi).

Il suo personaggio ne La Casa di Carta è un trionfo di femminismo ed energia, per cui non si potrebbe che assegnarle anche la gestione di una pagina come quella di Freeda, potente, a celebrazione del female power e #nofilter.

freeda2

Gli unici filtri che Nairobi ammetterebbe sarebbero quelli sul suo profilo Instagram: il suo trattamento preferito, ça va sans dire, sarebbe senz’altro il “golden hour”. Animata da questo spirito, una Nairobi calata nella nostra vita di tutti i giorni, oltre a pubblicare contenuti alla “We should all be feminist”, avrebbe inviato un DM @Berlino con scritto soltanto: Empieza el matriarcado.

>>> Attenzione, il seguente paragrafo può contenere spoiler.

Norman Bates (Bates Motel)

Il SMM Millennial – “Madre perdoname por mi vida loca”
Super potere social: in occasione della Festa della Mamma diventa il king dell’Instant Marketing
Deformazione professionale: si dedica alla tassidermia come reazione alla propria sindrome da FOMO – Fear Of Missing Out
Pagine gestiteTaffo G & C Onoranze Funebri, Buondì Motta (di recente)

serie tv

Norman Bates è quel tipo di social media manager che, più o meno consapevolmente, è sempre in grado di generare un discreto WOM – word of mouth – attorno ai propri contenuti.

Norman è un Millennial, un giovane imprenditore e un generoso sostenitore della sharing economy – fino a quando non si parla di condividere con altri l’affetto della propria madre.

Costantemente alla ricerca della felicità, vive le sue giornate in un costante stato di augmented reality, dove tutto è liquido, e il confine tra reale e non diventa sempre più labile.

La sua peculiare personalità ben si sposa con l’umorismo nero, a tratti macabro di Taffo G & C Onoranze Funebri: in quanto social media manager di Taffo, Norman avrebbe sviluppato un discreto know how nell’arte dell’instant marketing – in particolare durante le sue ricorrenze preferite: il Black Friday e il Blue Monday.

Epic Win Fail Taffo Funerals

Maestro dell’effetto WOW, Norman avrebbe da poco iniziato a gestire anche i canali social del brand Buondì Motta, in concomitanza con il lancio della campagna #TiRimetteAlMondo dove, tra il nonsense e il demenziale, sfilano una serie di zombie – incarnazione iperbolica di ognuno di noi, al mattino, imprigionati nello spazio temporale che intercorre tra il suono della sveglia e la colazione.

LEGGI ANCHE: Arriva l’episodio definitivo di Buondì Motta: il finale è col botto

Inutile dire che questo scenario somiglia molto a quello di Norman e sua madre, ormai ridotta a un’inquietante mummia dagli occhi sbarrati, nella cucina dell’iconica casa degli orrori, dove la realtà scorre indecisa tra i buongiornissimi ricreati dall’immaginazione malata di Norman e i buondì da zombie, in compagnia della madre imbalsamata.

Foto by Buondì Motta

Foto by Buondì Motta

LEGGI ANCHE: Se i protagonisti delle serie TV lavorassero in un’agenzia di comunicazione





Source link

Ninja Morning, il buongiorno di venerdì 2 novembre 2018


Apple

Ennesima trimestrale record per Apple, che ha chiuso il quarto trimestre dell’esercizio fiscale 2017-2018 con un fatturato di 62,9 miliardi di dollari, in crescita del 20%. La festa per gli investitori è stata però rovinata dalle previsione per il prossimo trimestre. Apple ha infatti previsto per il primo trimestre del nuovo esercizio ricavi compre tra 89 e 93 miliardi di dollari, inferiori alle stime degli analisti, per via delle incertezze macroeconomiche legate alle dispute commerciali con la Cina.

ninja

Google

Da Singapore a Tokyo, passando per Mumbai, Londra, Zurigo, Dublino e New York, i dipendenti di Google in 20 uffici nel mondo sono scesi in strada alle 11.10 del mattino per protestare contro la cultura aziendale che secondo loro promuove e protegge i molestatori sessuali. Iniziate in Asia, le proteste sono state accompagnate dalla pubblicazione di una lettera in cui si chiedono cambiamenti nella controllata di Alphabet. L’obiettivo è garantire più trasparenza e una maggiore sicurezza per le donne, anche quando devono segnalare casi di molestie sessuali.

LEGGI ANCHE: I lavoratori di Google scioperano per come l’azienda gestisce le molestie

ninja

Spotify

Dati positivi per Spotify. Il servizio di musica in streaming lanciato nel 2008 ha chiuso il terzo trimestre 2018, registrando il suo primo utile in assoluto. Ciò è avvenuto grazie all’investimento nella cinese Tencent Music, che tra l’altro ha fatto richiesta di IPO il mese scorso. Tuttavia è probabile che Spotify torni in perdita nel trimestre in corso visto che aveva anticipato che l’utile sarebbe stato “una tantum” e un “evento non ricorrente”. Nel periodo il gruppo ha registrato 43 milioni di euro di profitti, contro la perdita di 278 milioni nello stesso periodo dello scorso anno. Gli analisti prevedevano un buco di 36 centesimi. I ricavi sono cresciuti nel periodo del 31% annuo a 1,35 miliardi di euro, appena sopra le previsioni del mercato per 1,34 milioni.

ninja

Netflix

Netflix cambierà strategia in fatto di distribuzione, almeno per i film verso i quali ha ambizioni nella stagione dei premi. Roma di Alfonso Cuaron, La Ballata di Buster Scruggs dei Fratelli Coen e Bird Box e Susanne Bier con Sandra Bullock usciranno prima in sala e poi sulla piattaforma streaming, mentre inizialmente era prevista una release in contemporanea. Roma, uno dei probabili candidati all’Oscar come miglior film (e già vincitore del Leone d’Oro a Venezia), uscirà ben tre settimane prima del 14 dicembre: il 21 novembre arriverà a Los Angeles, New York e in Messico. Il 29 novembre uscirà nel resto degli USA e in diversi paesi, arrivando in un totale di 20 mercati internazionali il 7 dicembre. Buster Scruggs e Bird Box arriveranno nei cinema di Los Angeles, New York, San Francisco e Londra una settimana prima rispettivamente l’8 novembre e il 13 dicembre.

In vista degli Oscar. Secondo quanto riporta Deadline, questa strategia è stata attuata per placare le critiche verso Netflix in vista degli Oscar, ma potrebbe essere applicata anche nel 2019 in per film ambiziosi come The Irishman di Martin scorsese, The Laundromat di Steven Soderbergh con Gary Oldman, Meryl Streep e Antonio Banderas, The King di David Michod con Timothée Chalamet, The Last Thing he Wanted di Dee Rees con Willem Dafoe, Ben Affleck e Anne Hathaway, e forse anche per blockbuster come 6 Underground di Michael Bay con Ryan Reynolds.

Startup

Al 30 settembre 2018 le startup innovative costituite mediante la nuova modalità digitale, che consente un risparmio medio stimato di 2 mila euro, sono 1.815. È quanto emerge dalla nona edizione del rapporto trimestrale di monitoraggio pubblicato dal Ministero per lo Sviluppo Economico, in collaborazione con InfoCamere e Unioncamere. Rispetto a dodici mesi fa, il totale delle startup costituite online ha conosciuto un incremento di 960 unità.

Milano. Tra le neoimprese innovative avviate nell’ultimo anno, ben 4 su 10 hanno optato per la nuova modalità (40,1%). La Sardegna è la regione con il più elevato tasso di adozione della misura: 7 startup su 10 registrate nell’ultimo anno sono state create online. In termini assoluti, Milano si conferma la provincia più popolosa, con 288 startup costituite online, il 16% del totale nazionale, seguita da Roma, con 183 (10,3%). Chiudono la top-5 per numerosità Padova (70), Verona (50), e Bergamo (47).

Waymo

Waymo, la divisione auto autonome di Google, ha ottenuto il primo permesso per testare macchine senza guidatore sulla strade della California. Al momento 60 società hanno il permesso di provare su strada auto autonome, ma Waymo è stata la prima ad ottenere quello per testare macchine senza il guidatore di sicurezza. Il permesso concede la possibilità di effettuare test sia di giorno sia di notte e le prime corse completamente senza guidatore saranno riservate per i dipendenti Waymo.

LEGGI ANCHE: Waymo: porteremo i taxi a guida autonoma anche in Europa

waymo

Twitter

Anche Twitter ha festeggiato Halloween e lo ha fatto con una funzione speciale per il tasto Mi piace. Gli utenti di tutto il mondo che hanno messo Mi piace ai post contenenti gli hashtag #Halloween, #Halloween2018 e #HappyHalloween hanno visto comparire uno speciale pop a forma della tipica zucca di Halloween.

Foodora Italia

Glovo, la piattaforma tecnologica di intermediazione per le consegne a domicilio, ha siglato un accordo con la società tedesca Delivery Hero per l’acquisizione di Foodora Italia. Questa acquisizione rientra nella strategia di sviluppo della startup spagnola che mira a consolidare la sua presenza in diversi mercati, con un focus nell’area EMEA. L’operazione prevede diverse fasi che porteranno le due realtà sotto il solo marchio Glovo. La piattaforma di foodora Italia sarà attiva fino ad allora.

ninja

Le notizie che forse ieri ti sei perso

I post di Halloween più divertenti (e spaventosi) dei grandi brand sui social
Immagini e grafiche accattivanti, gif originali e video social e tanto altro: i brand hanno celebrato Halloween alla grande

Twin Peaks sta per tornare, ma stavolta con un videogame in realtà virtuale
Twin Peaks VR svelerà i segreti della serie di David Lynch? Collider Games e Showtime, grazie alla realtà virtuale, ci faranno entrare nella Loggia Nera

Cosa ha presentato Apple oltre al nuovo Macbook Air
Il nuovo Macbook Air di Apple sarà disponibile in tre nuove versioni, a partire da 1199 dollari e potrà essere acquistato dalla prossima settimana

ninja

3 consigli per migliorare la presenza del tuo brand su Instagram (e avere più follower)
Ecco tre lezioni utili che possiamo imparare dal caso di Smarties su Instagram, per far crescere velocemente anche la nostra community

Facebook cresce, meno. Zuckerberg: “Enormi opportunità nei video e nelle Storie”
Facebook ha chiuso il terzo trimestre in crescita, meno (poco) delle previsioni però. Menlo Park ha perso 1 milione di utenti mensili in Europa

ninja

credits corporate.ryanair.com

Ryanair farà pagare il bagaglio a mano. Che c’è da sapere #Update
Dal 1 novembre diventano operative le nuove regole di Ryanair: non sarà più possibile imbarcare il bagaglio a mano gratuitamente. Cosa cambia

7 pubblicità di Halloween che non puoi perderti
Anche quest’anno la creatività è esplosa negli annunci dedicati ad Halloween. Abbiamo selezionato per voi alcuni video che meritano di essere visti

Luca Attias è il nuovo Commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale
Luca Attias lascia l’incarico di Direttore Generale Sistemi Informativi Automatizzati della Corte dei Conti e succederà a Diego Piacentini

Cos’è il comportamento multischermo e perché dovresti conoscerlo per migliorare i risultati dei tuoi annunci
Conoscere il comportamento multischermo è fondamentale per capire come il pubblico si rivolge a diversi media e per migliorare le performance pubblicitarie





Source link

Twin Peaks sta per tornare, ma stavolta con un videogame in realtà virtuale


Twin Peaks VR svelerà i suoi segreti grazie alla realtà virtuale. Almeno speriamo. La serie tv cult sta per tornare sotto forma di incredibile videogame in VR che ci catapulterà all’interno della Loggia Nera.

“È morta… è avvolta nella plastica, Harry”.

Una semplice battuta, recitata da Pete Martell, che schiude le porte al mistero televisivo più grande di tutti i tempi: chi ha ucciso Laura Palmer? Questa domanda ce la poniamo per tutte e tre le stagioni della serie tv, iniziata nel 1990 e finita nel 2017. Chi, o meglio cosa ha ucciso Laura Palmar? Cos’è la Loggia Nera?

Twin Peaks VR Laura Palmer

Insomma, David Lynch ci ha lasciato con troppe domande e troppi punti aperti. In attesa di una possibile quarta stagione, ecco arrivare in aiuto di tutti i fan Twin Peaks VR, un gioco che permetterà di esplorare la mitica Loggia Nera.

LEGGI ANCHE: Gli smartphone stanno mettendo il turbo al mercato del gaming

Cos’è Twin Peaks VR

Sviluppato da Collider Games e Showtime, insieme a David Lynch, Twin Peaks VR sarà un videogioco in realtà virtuale immersiva. Tradotto in parole semplici, si tratta di un gioco che, grazie ad un visore, ci permetterà di entrare letteralmente nell’ambiente virtuale e di muoverci e osservare in ogni direzione.

LEGGI ANCHE: Facebook lancia il primo visore di Realtà Virtuale, che funziona senza PC

L’obiettivo del gioco è uno solo: riuscire ad uscire dalla Loggia Nera proprio come ha fatto il mitico Cooper nella terza stagione della serie.

Più facile a dirsi che a farsi visto che l’oscura loggia è popolata da strane creature che parlano al contrario, spazi metafisici e leggi fisiche molto particolari. Una sorta di spazio onirico extra-dimensionale dove si concretizzano i peggiori incubi nati dalla mente di Lynch. Bello, no?!?

twin peaks red room

“Utilizzando lo stile e i suoni della serie, i giocatori si recheranno a Glastonbury Grove, per poi finire nella sconcertante Red Room della Loggia Nera. I fan della serie seguiranno le orme dell’agente speciale Dale Cooper e cercheranno di tornare nella realtà che hanno lasciato”, si legge in una dichiarazione di Collider Games.

Il gioco è stato sviluppato per Oculus Rift e HTC Vive e sarà rilasciato su Steam.

LEGGI ANCHE: Abbiamo visitato la Milan Games Week 2018 e vi raccontiamo le ultime novità tra eSport e innovazione

La data di uscita 

È stato possibile provare in anteprima il gioco al Festival of Disruption, evento musicale e artistico organizzato dal David Lynch a Los Angeles. Al momento, però, non c’è una data ufficiale per il rilascio del gioco che sarà disponibile per il download sul sito Steam.

Insomma, forse con Twin Peaks VR di Collider Games sarà possibile riuscire a scoprire altri segreti di Twin Peaks, esplorando la mitica Loggia Nera. O forse quel geniaccio di David Lynch riuscirà a inserire all’interno del gioco altri misteri, dubbi e assurde assurdità.

Resta una sola e unica certezza: la ricetta della Cherry Pie del Double R Dinner esiste veramente e la trovate qui.

twin peaks cherry pie





Source link

Luca Attias è il nuovo Commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale


Luca Attias da oggi è il nuovo Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Attias prenderà la guida del Team per la Trasformazione Digitale e succederà a Diego Piacentini, il cui mandato è scaduto il 16 settembre, dopo due anni di incarico e una fase di prorogatio in attesa della nomina del suo successore. Attias lascia l’incarico di Direttore Generale Sistemi Informativi Automatizzati della Corte dei Conti.

LEGGI ANCHE: Diego Piacentini su Twitter: lascio e torno a Seattle

Attias

Diego Piacentini – credits: Tommaso Mei

Proseguire nella digitalizzazione della PA

“La scelta di Luca Attias a Commissario Straordinario dimostra che l’attuale governo è interessato a proseguire nella strada tracciata di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione – ha dichiarato Diego Piacentini – sono soddisfatto che il Governo abbia scelto di incaricare una persona che ha dimostrato di avere forti competenze manageriali e tecnologiche e con cui in questi due anni il Team ha lavorato in sintonia”.

Le raccomandazioni al Governo

Dopo due anni di attività, Diego Piacentini lascia il ruolo di Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda digitale. Sul sito del Team per la Trasformazione Digitale è disponibile da oggi il documento che descrive le attività svolte nei primi 24 mesi. “Sul nostro sito – ha detto sempre Piacentini – accanto al resoconto delle nostre attività, abbiamo pubblicato le raccomandazioni dirette al Governo per la creazione di un modello permanente di governance del digitale, come esito dell’esperienza accumulata in questi due anni. Ricordiamoci che la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione non ha e non deve avere colore politico e che siamo solo agli inizi di questo lungo percorso”.





Source link

Ryanair farà pagare il bagaglio a mano. Che c’è da sapere


Dal primo novembre, da domani, diventano operative le nuove regole di Ryanair in fatto di bagagli: per i passeggeri non sarà più possibile imbarcare il bagaglio a mano gratuitamente, ma per farlo si dovrà pagare. Da giovedì, infatti, “i passeggeri che non hanno acquistato l’imbarco prioritario e che desiderano portare un bagaglio a mano grande da 10 kg (trolley) dovranno acquistare il bagaglio registrato da 10 kg – ricorda la compagnia low cost – se il bagaglio verrà acquistato al momento della prenotazione iniziale – si legge – il costo sarà di 8 euro, altrimenti – se aggiunto successivamente alla prenotazione (fino a 40 minuti prima dell’orario di partenza previsto) – il costo sarà di 10 euro”.

Quelli dell’ultimo momento. “Il bagaglio registrato da 10 kg dovrà essere depositato al banco consegna bagagli prima di passare il controllo di sicurezza. I passeggeri che non hanno aggiunto alla prenotazione il bagaglio a mano da 10 kg registrato possono acquistarlo all’aeroporto: se acquistato al banco deposito bagagli, il costo sarà di 20 euro, altrimenti, se acquistato al gate di imbarco, il costo sarà di 25”. E ancora: “Il bagaglio a mano grande registrato potrà essere ritirato nell’aerea di recupero bagagli all’aeroporto di destinazione”.

Ryanair

credits corporate.ryanair.com

Nelle cappelliere

Il biglietto prioritario costa 6 euro e consente di portare il bagaglio a bordo dell’aereo e metterlo nelle cappelliere. Bisogna sempre prestare attenzione alle dimensioni che aumentano a 40x20x25 cm, nel caso in cui non dovessero essere rispettate è prevista una tassa pari a 25 euro. Il bagaglio dovrà essere unico (quindi niente borse da signora), solo chi viaggia con un neonato o a un bambino sotto i due anni sarà permesso portare una piccola borsa in più da 5 kg.

“Meno ritardi e vantaggi economici”

Obiettivo del nuovo regolamento, spiega sempre Ryanair è la “diminuzione dei ritardi dei voli e più economiche opzioni riguardanti i bagagli registrati. Ulteriori vantaggi per i passeggeri saranno la possibilità di portare più liquidi nel bagaglio a mano registrato da 10 kg e di poter camminare verso il gate di imbarco a mani libere”. Inoltre, sono aumentate le dimensioni del bagaglio a mano piccolo, da 35x20x20 a 40x20x25. In precedenza, tutti i clienti che non avevano acquistato l’Imbarco Prioritario potevano portare gratuitamente in cabina un bagaglio a mano più piccolo e un trolley, che veniva etichettato al gate d’imbarco e collocato gratuitamente in stiva. “Ciò ha portato all’etichettatura di fino a 120 bagagli gratuiti al gate d’imbarco, causando ritardi alle partenze fino a 25 minuti” ricorda la compagnia.

Il nuovo misuratore

“I clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario potranno portare in cabina solo 1 bagaglio a mano gratuito (il più piccolo) e non ci sarà la possibilità di stivare gratuitamente bagagli al gate. Solo i clienti che hanno acquistato l’Imbarco Prioritario potranno continuare a portare a bordo gratuitamente due bagagli (un bagaglio più piccolo più il trolley)”. Se il bagaglio piccolo gratuito di chi non ha acquistato l’Imbarco Prioritario non si adatta al nuovo misuratore, “ciò significa che il loro bagaglio è più grande del 25% rispetto alle misure consentite. Pagheranno una tariffa sul bagaglio pari a 25 euro e questo sarà etichettato e imbarcato in stiva”.

100 trolley a bordo

Sono circa 100 i trolley che possono essere posizionati nelle cappelliere a bordo, “a sufficienza per tutti i clienti che hanno acquistato l’Imbarco Prioritario” sottolinea la compagnia, ricordando che l’Imbarco Prioritario è limitato a 95 clienti per volo (su 189 ospiti). Per quanto riguarda i bambini sotto i 2 anni, inoltre, i genitori possono portare una borsa extra da 5 kg gratuitamente. Come anche le attrezzature mediche: possono ancora essere portate a bordo gratuitamente, previa autorizzazione da parte del team di assistenza speciale.





Source link

Ninja Morning, il buongiorno di mercoledì 31 ottobre 2018


Apple

Apple ha presentato ieri a New York il nuovo MacBook Air, il portatile più sottile e leggero della sua gamma. La maggiore novità è l’esordio di un display retina, che offre maggiori prestazioni. Le dimensioni dello schermo restano le stesse (13,3 pollici), ma cambiano la risoluzione (con 4 milioni di pixel) e la grandezza complessiva del dispositivo. È il 17% meno voluminoso del precedente e il 15% più sottile (15,6 millimetri), per un peso di 1,2 chilogrammi. Prezzo: da 1.199 dollari. Ordinabile da subito, sarà disponibile dal 7 novembre.  ​Apple aveva rinnovato MacBook e MacBook Pro ma non toccava la gamma Air (la più sottile e leggera) dal 2015.

ninja

credits apple.com

iPad Pro. Apple ha lanciato anche il nuovo iPad Pro. Cook ha detto di aver venduto 400 milioni di iPad e ha sottolineato che il tablet vende più di altri computer concorrenti. Apple ha ritoccato il design, sparisce per la prima volta il tasto Home nella parte bassa. Tra le novità anche un attacco Usb-C. Con l’iPad Pro arriva anche una nuova Pencil, la seconda generazione del pennino digitale. Si “attacca” al tablet e si ricarica una volta a contatto. Ridisegnato anche un altro accessorio: la tastiera integrabile, che fa anche da cover.

ninja

credits apple.com

Privacy

Sta arrivando “l’inverno della privacy”, in cui i dati raccolti sulle persone sono usati anche per manipolare le loro decisioni, sfruttando il fatto che gli individui sono più simili, nei loro meccanismi decisionali, di quanto non pensino. A lanciare l’allarme è stato ieri pomeriggio l’israeliano Menny Barzilay, esperto di sicurezza informatica di fama internazionale e direttore tecnologico del centro di ricerca sul cyber dell’università di Tel Aviv. Il cyber security strategist Barzilay (nella foto sotto) è intervenuto sul tema Future of Privacy, incontro organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, in preparazione al Data Driven Innovation Rome 2019 Open Summit, in programma all’Università Roma Tre il prossimo maggio.

LEGGI ANCHE: L’era oscura della privacy: fra algoritmi e manipolazione. Il punto con il super esperto Menny Barzilay

L’inverno della privacy. La “manipolazione psicologica” avviene già. “Lo abbiamo visto con l’interferenza russa nelle elezioni presidenziali americane, attraverso molti account falsi su Facebook che hanno distribuito fake news riuscendo a spostare l’elettorato da Clinton a Trump”, ha aggiunto Barzilay. Le somiglianze nei processi decisionali, unite all’enorme mole di dati raccolti da piattaforme come Facebook, “servizio gratis ma pagato con la nostra privacy”, consentono di sviluppare algoritmi in grado sia di prevedere ciò che le persone faranno in determinate circostanze, sia di manipolare le loro decisioni.

ninja

Google

Gmail, il popolare servizio mail del colosso di Mountain View, ha raggiunto il traguardo di 1 miliardo e mezzo di utenti (due anni fa ne aveva 1 miliardo). A renderlo noto è stato lo stesso team di Google con un messaggio su Twitter. Il lancio del servizio è avvenuto nel 2004, tra le funzioni inserite di recente c’è Smart Compose per ottimizzare e velocizzare la scrittura. Per il raggiungimento di 1 miliardo e mezzo di utenti Google ha pubblicato una Gif di ringraziamento.

In agenda oggi

WOBI  A Milano presso MiCo Milano Convention Centre anche oggi in agenda c’è WOBI – World Business Forum, due giornate di confronto sui temi del business. In un momento caratterizzato da un eccesso di informazione, il World Business Forum si concentra sui temi più rilevanti per chi fa business, stimolando il pensiero e ispirando all’azione. Tra gli ospiti, Alan Mulally, Presidente e CEO di Ford Motor Company, Daniel Lamarre, Presidente e CEO del Cirque du Soleil, l’ex calciatore Javier ZanettiKelly Peters, CEO e co-founder di BEworks.

Protezione dei dati personali. L’Università di Milano Bicocca (Aula Magna U6, piazza dell’Ateneo Nuovo 1) ospita alle 14.30 il convegno promosso da DNT – Diritto delle Nuove Tecnologie Protezione dei dati personali tra GDPR UE e nuovo Codice Privacy: un primo bilancio applicativo. L’incontro sarà aperto da una relazione di Antonello Soro, Garante della Protezione dei Dati Personali.

ninja

credits Volkswagen AG

Le notizie che forse ieri ti sei perso

I lavoratori di Google scioperano per come l’azienda gestisce le molestie
I lavoratori di Google protestano per come vengono gestiti i comportamenti inappropriati da parte dell’azienda. Interviene anche il CEO

Anche in Europa si può fare startup, seguendo un modello diverso dalla Silicon Valley
Modelli di business diversi e settori economici opposti: avresti mai detto che fare startup in Europa potesse essere meglio della Silicon Valley?

Intel e Volkswagen vogliono lanciare un servizio di taxi a guida autonoma nel 2019
Volkswagen, Mobileye di Intel e Champion Motors hanno stretto una partnership per per lanciare un servizio di auto elettriche a guida autonoma in Israele

ninja

Da Gnammo a Musement: 6 app per un ponte smart (anche sotto la pioggia)
Per chi organizza all’ultimo minuto, alcune app e piattaforme che aiutano a trovare soluzioni per gite fuori porta, viaggi e cene speciali

Come si imposta e come si usa (in modo utile) il Nametag di Instagram
Scopriamo a cosa serve davvero l’ultima novità di casa Instagram che consente prima di tutto di velocizzare il processo di following





Source link

6 app per un ponte smart (anche sotto la pioggia)


Il ponte di Ognissanti (quattro giorni da giovedì a domenica) è un’occasione preziosa per staccare la spina. Per chi organizza all’ultimo minuto, ecco alcune soluzioni, come dire, smart (app e piattaforme per capirsi) che aiutano a trovare soluzioni per gite fuori porta, viaggi alla scoperta delle capitali europee ed eventi interessanti. Quelle dell’ultimo minuto. Ne abbiamo selezionate 6: GnammoVirailVolagratis.comMusementYescapaYAMGU. Eccole nel dettaglio.

Gnammo

Le cene di Gnammo

Se l’idea è quella di un’esperienza divertente durante le vacanze (anche rimanendo in città), Gnammo, la prima piattaforma di social eating italiana, può essere un’idea. Grazie a cene sociali e corsi food è possibile cucinare, mangiare e incontrare nuove persone.

gnammo

Traveler holding pink suitcase, Passenger and passport document over pink background, Money cash and travel concept.

Muoversi in sharing con Virail

A chi ha poco tempo per organizzare gli spostamenti per il proprio viaggio, è dedicata un’ app da consultare per scegliere il mezzo di trasporto più adatto: Virail è il motore di comparazione che oltre a treni ed aerei permette di confrontare in un’unica schermata anche le offerte di viaggio in car sharing e autobus, per raggiungere ad esempio località non servite da aeroporti e stazioni.

gnammo

Volagratis.com

Come fare per essere sicuri che il volo prenotato sia davvero quello più conveniente? Su Volagratis.com, motore di ricerca per voli, si possono comparare compagnie aeree tradizionali e low cost e le diverse soluzioni di viaggio: dal mix & match (andata e ritorno con compagnie diverse) ai pacchetti vacanze che permettono di risparmiare fino al 30%.

gnammo

Tutti i musei di Musement

Se il proposito è rimanere in città e scegliere le attività più interessanti, Musement può dare una mano. Compagno di viaggio e servizio di personal concierge digitale per attività turistiche e prenotazioni in tutto il mondo, disponibile in 450 città e 50 paesi, l’app per smartphone e la piattaforma permettono di scoprire e prenotare esperienze da fare, ovunque si scelga di viaggiare. Alessandro Petazzi, CEO di Musement, è stato inoltre selezionato dal network Endeavor Italia come imprenditore ad alto potenziale.

Yescapa: si viaggia in camper

Se siete tra quelli che il viaggio è sempre una indimenticabile avventura rigorosamente on the road, salite a bordo di un camper con Yescapa, la piattaforma di camper-sharing tra privati che propone una soluzione chiavi in mano per un viaggio itinerante. Il camper permette di viaggiare in autonomia, organizzando una vacanza su misura anche all’ultimo minuto, e di inoltrarsi anche in territori meno frequentati. Sarà sufficiente trovare le aree di sosta dedicate, come un campeggio o magari un glamping di lusso.

Il social travelling di You Are My Guide

Per scoprire cosa vedere, come divertirsi, come prenotare i biglietti per le visite a musei ed eventi, organizzare al meglio i propri itinerari quando si è in vacanza, si ha bisogno di un buon assistente di viaggio.  Come YAMGU, servizio di You Are My GUide che aiuta a programmare la vacanza al meglio, in Italia e nelle principali capitali europee.





Source link

Ninja Morning, il buongiorno di martedì 30 ottobre 2018


Apple

E’ il giorno in cui Apple presenterà il nuovo iPad Pro e alcuni MacBook aggiornati. Appuntamento a Brooklyn e non allo Steve Jobs Theatre di Apple Park. È praticamente certo l’arrivo di un nuovo iPad Pro. Il tablet della casa non presenta aggiornamenti dal giugno 2017, quando furono svelati il modello da 12,9 pollici e quello da 10,5. La nuova versione dovrebbe avere novità corpose, a partire dal design. In linea con quanto fatto con l’iPhone X, dovrebbero assottigliarsi i bordi e dovrebbe scomparire il tasto “Home”, nella parte bassa del dispositivo.

Air e Mini. Mentre Apple ha rinnovato MacBook e MacBook Pro, non tocca la gamma Air (la più sottile e leggera) dal 2015. Le cose potrebbero cambiare oggi, mantenendo le stesse dimensioni (13 pollici) ma con diversi ritocchi: il laptop dovrebbe avere bordi più sottili, il suo display una risoluzione più alta. E di certo ci sarebbe un aggiornamento dei processori, visto che quello montato sul MacBook Air attuale è chiaramente superato. C’è un altro dispositivo che attende un successore da molto tempo: l’ultimo Mac Mini, il “piccolo” computer fisso della Mela, è sul mercato dall’ottobre 2014. Quattro anni. Ecco perché è molto probabile ci sia un nuovo modello.

Watch. Intanto, secondo il Financial Times, sempre Apple ha aperto un’indagine sulla sua catena di produzione dopo aver ricevuto la denuncia che uno dei suoi fornitori usa illegalmente studenti come dipendenti in Cina per produrre l’Apple Watch.

LEGGI ANCHE: Apple annuncia l’evento del 30 ottobre con decine di versioni del suo logo

ninja

Hubble

Il telescopio spaziale Hubble ha ripreso a funzionare, dopo aver trascorso gli ultimi 20 giorni in modalità provvisoria per un malfunzionamento dei giroscopi. Hubble da ieri è in orbita intorno alla Terra e dopo il suo ripristino ha ripreso le proprie attività scientifiche di osservazione. I giroscopi sono degli strumenti utilizzati per puntare Hubble verso le aree che deve osservare, consentendogli di mantenere la stessa posizione per periodi di tempo anche molto lunghi. Non a caso essi vengono utilizzati anche per le operazioni di osservazione degli oggetti spaziali più distanti.

Bitcoin

I bitcoin potrebbero spingere l’innalzamento della temperatura globale a 2 gradi nel giro di 15 anni. Stando ai ricercatori dell’Università delle Hawaii a Manoa, se la moneta virtuale avrà un tasso di diffusione simile ad altre tecnologie, farà impennare il termometro mondiale, perché la produzione di bitcoin richiede un consumo molto elevato di elettricità.
Nello studio pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, gli esperti hanno preso in esame l’efficienza energetica dei computer usati per produrre criptovaluta, il luogo di produzione e le emissioni legate alla generazione di elettricità nei vari Paesi.

Cina

In Cina è fallito il proprio tentativo di raggiungere l’orbita con un razzo di un’azienda privata. LandSpace ha provato a lanciare in orbita il razzo Zhuque-1 dal Jiuquan Satellite Launch Center, ma il terzo stadio ha avuto problemi. Il decollo del razzo è avvenuto con successo, ma sembra che il problema sarebbe stato riscontrato sette minuti dopo, durante la fase di distacco del terzo stadio, che non è stato in grado di portare in orbita il satellite Future utilizzato per alcune trasmissioni dell’emittente di Stato CCTV.

ninja

In agenda oggi

WOBI. A Milano presso MiCo Milano Convention Centre oggi e domani in agenda c’è WOBI – World Business Forum, due giornate di confronto sui temi del business. In un momento caratterizzato da un eccesso di informazione, il World Business Forum si concentra sui temi più rilevanti per chi fa business, stimolando il pensiero e ispirando all’azione. Tra gli ospiti, Alan Mulally, Presidente e CEO di Ford Motor Company, Daniel Lamarre, Presidente e CEO del Cirque du Soleil, l’ex calciatore Javier ZanettiKelly Peters, CEO e co-founder di BEworks.

MENNY BARZILAY –  I nostri dati possono essere utilizzati per manipolare il nostro processo decisionale? Può un’agenzia russa top-secret influenzare l’esito delle elezioni presidenziali americane? I sistemi oggi possono analizzare il nostro comportamento fino al punto in cui possono prevedere ogni mossa che faremo? Privacy e Cybersecurityi nostri dati. Di questo parlerà  l’esperto di sicurezza informatica di fama internazionale e divulgatore dell’innovazione Menny Barzilay (nella foto in alto), nel corso di un talk in programma il 30 ottobre alla Camera di Commercio di Roma, in piazza di Pietra, alle 17.30 (Sala del Tempio di Adriano). QUI per registrarsi e partecipare.

LEGGI ANCHE: L’era oscura della privacy: fra algoritmi e manipolazione. Il punto con il super esperto Menny Barzilay

Research Forum 2018. Talent Garden Milano Calabiana ospita oggi l’Assirm Marketing Research Forum 2018 – Insight World, appuntamento annuale con il mondo del marketing e della ricerca. L’evento è organizzato da Assirm, associazione che riunisce le maggiori aziende italiane che svolgono ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale, con il supporto di 17 aziende del settore italiane e internazionali: Ales Market Research, Bilendi, Cint, Doxa, Gfk Italia, Iff International, Iqvia, LeFac, Netquest, Nielsen, Norstat, Research Now-SSI, Statista, SWG, The Visual Agency, Toluna, VIA!, Yoodata. 

ninja

Content Marketing. Sempre a Milano (presso gli spazi di BASE), in programma oggi il Contentware Summit 2018, quarta edizione del festival dedicato al content marketing, si terrà a Milano  il 30 ottobre. Un appuntamento sull’aggiornamento delle competenze, con spunti e riflessioni, casi pratici e nuovi approcci ai contenuti, quest’anno dedicato al concetto di Touch Point, inteso come punti di incontro e strategie di content marketing per una comunicazione innovativa non solo nel tema, ma anche nell’erogazione della formazione.

cloud

Le notizie che forse ieri ti sei perso

IBM compra Red Hat per 43 miliardi e punta sul Cloud
Secondo il CEO di IBM, con l’acquisizione di Red Hat la compagnia diventerà il più grande fornitore di servizi di Cloud ibrido al mondo

Red Bull, BMW e Quickteller: i migliori annunci stampa della settimana
Dalle foto storiche rivisitate di BMW alle shopping bag fusion di Quickteller, scopriamo insieme le più belle pubblicità dalle agenzie di tutto il mondo

Google pensa ad un abbonamento per le app Android (tipo Netflix)
Un gruppo di esperti smanettoni scopre un sondaggio di Mountain View che tasta il terreno per un nuovo servizio, nome presunto Google Play Pass

MotorK lancia GarageK, la piattaforma online per le officine
MotorK, compagnia italiana di automotive, ha sviluppato un nuovo strumento per gestire preventivi, prenotazioni, promozioni e campagne di marketing

ninja

Round da 1,5 milioni per Fluentify, la startup che insegna l’inglese alle aziende
Aumento di capitale per la società di tutoring online per i lavoratori. Tra i nuovi progetti anche il controllo dei progressi con l’Intelligenza Artificiale

7 consigli per pubblicare annunci vincenti nelle Stories su Instagram
Le Instagram Stories Ads sono ormai uno dei migliori modi per raggiungere nuovi segmenti di pubblico a cui mostrare i nostri prodotti e servizi

I 10 linguaggi di programmazione più amati (e odiati) di tutti i tempi
Sono i più popolari e i più criticati da decenni: ecco i 10 linguaggi di programmazione che nel 2018 si sono confermati come i più usati dagli sviluppatori





Source link

I 10 linguaggi di programmazione più amati (e odiati) di tutti i tempi


Il mondo della tecnologia si sta espandendo immensamente e per tutti gli attori del settore la sfida più grande è quella di non diventare in breve tempo “obsoleti”: è un discorso che vale per l’hardware ma è ancora più evidente quando si parla di software.

Esistono migliaia di linguaggi di programmazione: alcuni li abbiamo conosciuti a scuola, altri sono popolari anche per chi non è del mestiere; infine ce ne sono alcuni a cui tutti gli sviluppatori fanno riferimento da anni.

GitHub, il servizio di hosting per progetti software, segue da vicino i maggiori trend in fatto di linguaggi di programmazione. Con 8 milioni di nuovi utenti sulla piattaforma solo nel 2017, GitHub sta crescendo rapidamente a livello globale, soprattutto in paesi come Cina, India, Singapore, Nigeria e Brasile.

Grazie dunque ai dati raccolti attraverso il lavoro con oltre 31 milioni di sviluppatori e 2,1 milioni di aziende, GitHub ha registrato anche per il 2018 il suo rapporto annuale Octoverse riguardo alle ultime novità nel mondo della programmazione.

Dal 2014 ad oggi sono 10 i linguaggi più popolari e utilizzati dagli sviluppatori: di questi solo i primi due, Java e Javascript, non hanno subito inflessioni, seguiti da Python e PHP.

linguaggi-programmazione-2018

Ma vediamo nel dettaglio i diversi linguaggi e i loro usi più comuni, partendo dalla posizione n.10.

10. Ruby

ruby-linguaggio-programmazione

Ruby è un linguaggio di programmazione dinamico e open source incentrato sulla semplicità. È stato usato per costruire alcune delle app che usiamo ogni giorno.

LEGGI ANCHE: Microsoft lancia un programma di formazione sulle competenze digitali da 100 milioni

Ad esempio Ruby on Rails, un popolare framework per applicazioni web scritto in Ruby, è stato utilizzato per creare applicazioni come Twitch, SoundCloud, Hulu, Zendesk, Square e GitHub.

9. C

c-linguaggio-programmazione

Il buon caro vecchio C: uno dei più antichi linguaggi di programmazione, inventato negli anni ’70.  Ancora oggi è uno dei linguaggi di programmazione più utilizzati di tutti i tempi.

8. Shell

shell-linguaggio-programmazione

Uno script di shell è un programma progettato per indicare a un sistema operativo di eseguire determinati comandi. Gli script di shell possono manipolare file, eseguire programmi e altro.

È particolarmente popolare con gli amministratori di sistema.

7. TypeScript

typescript-linguaggio-programmazione

TypeScript è un JavaScript “evoluto”: sintassi e semantica simili, è strettamente correlato a JavaScript e può supportare applicazioni su larga scala.

Questo linguaggio è stato creato da Microsoft e sta diventando sempre più popolare.

6. C#

c#-linguaggio-programmazione

C #, che si pronuncia C Sharp, è stato sviluppato da Microsoft e utilizzato per creare applicazioni e software aziendali. Questo linguaggio di programmazione orientato agli oggetti è simile a Java.

5. C++

c-linguaggio-programmazione

C ++ risale agli anni ’70 e viene comunemente insegnato nei corsi di informatica per principianti.

È ancora uno dei linguaggi più utilizzati, poiché è la lingua principale di molti sistemi operativi, browser e giochi.

4. PHP

php-linguaggio-programmazione

PHP viene utilizzato per creare pagine Web dinamiche e interattive.

LEGGI ANCHE: IBM compra Red Hat per 43 miliardi e punta sul Cloud

Grandi siti come Facebook e Yahoo sono stati creati usando PHP, ma molti sviluppatori lo hanno a lungo ridicolizzato come uno dei peggiori linguaggi di programmazione: provate a cercare i meme a riguardo…

3. Python

python-linguaggio-programmazione

Python è un linguaggio di programmazione di alto livello ed è in rapida crescita in tutto il mondo.

È un linguaggio versatile e facile con cui iniziare, ma è spesso usato per la programmazione di livello superiore come l’apprendimento automatico e l’analisi dei dati.

Uno dei tutorial più popolari per Python è chiamato “Learn Python the Hard Way”.

2. Java

java-linguaggio-programmazione

Java è un linguaggio orientato agli oggetti creato da Sun Microsystems, che ora è di proprietà di Oracle.

Viene utilizzato per database, sviluppo di app Android, come linguaggio di programmazione “back-end” per il web, applicazioni desktop e altro. È immensamente popolare, considerato uno dei linguaggi più stabili e affidabili per costruire grandi sistemi.

1. JavaScript

javascript-linguaggio-programmazione

JavaScript rimane il linguaggio più utilizzato secondo GitHub, quello per la quale si registrano più contributi negli archivi pubblici e privati ​​e in quelli delle aziende di tutto il mondo.

Gran parte del “Web di oggi” è scritto in JavaScript, che viene utilizzato principalmente per creare plug-in e siti Web interattivi.





Source link

show