Apple potrebbe presto lanciare la sua TV in streaming


Amazon Prime Video e Netflix potrebbero presto avere un nuovo competitor: Apple.

Secondo un rapporto di The Information, Apple sarebbe pronta a lanciare un servizio in abbonamento di contenuti video negli Stati uniti entro la metà del prossimo anno.

La strategia di Apple per il servizio di streaming

Nei mesi successivi al lancio negli Stati Uniti, il servizio dovrebbe essere reso disponibile in più di 100 paesi in tutto il mondo, attestandosi come concorrente diretto delle piattaforme più utilizzate al momento, quella di Amazon e di Netflix, appunto.

ninja

LEGGI ANCHE: Netflix testa le pubblicità fra gli episodi e gli iscritti si scatenano

Cosa ci sarà dentro

Il servizio includerebbe molte serie originali Apple, a cui l’azienda avrebbe lavorato negli ultimi mesi, e gli spettacoli sarebbero gratuiti per i possessori di dispositivi Apple. Anche la visione dei contenuti, pare sarà limitata ai soli dispositivi di fabbrica.

netflix

The Information sostiene che la più grande preoccupazione tra le aziende dei media è come i loro contenuti potrebbero essere presentati accanto a quelli di Apple. La preoccupazione, naturalmente, è che il contenuto Apple (incluso iTunes) verrà messo maggiormente in evidenza e scelto più facilmente dalle persone.

LEGGI ANCHE: Apple annuncia l’evento del 30 ottobre con decine di versioni del suo logo

Quanto investirà Apple

 

Secondo quanto riferito, la società accantonerà un miliardo di dollari da investire in nuovi programmi originali, ma è probabile che le produzioni saranno in linea con l’idea di Tim Cook: produrre per spettacoli per famiglie.

ninja

LEGGI ANCHE: Solo Apple potrà aggiustare Apple, un software impedirà le riparazioni di terze parti

 

Con le vendite dell’iPhone rallentate negli ultimi anni, la mossa di Apple sembra molto lungimirante:  settembre, gli analisti di Morgan Stanley avevano previsto che il servizio TV di Apple sarebbe stato in grado di competere con quello di Netflix entro il 2025.





Source link

iPhone si blocca navigando su alcune pagine, bug scoperto da un ingegnere


Secondo TechCrunch, un ingegnere esperto in sicurezza informatica avrebbe scoperto un nuovo bug che può bloccare e riavviare l’iPhone. Sabri Haddouche ha twittato la notizia, con una pagina web di sole 15 righe di codice. Se viene visualizzata da iPhone o iPad, questi si bloccano e si riavviano.

LEGGI ANCHE: Apple continua ad assumere medici e infermieri. E lo Watch 4…

Haddouche ha pubblicato i risultati dei suoi test su GitHub, incluso il codice sorgente che genera il bug: solo 15 righe di CSS e HTML. Altri utenti hanno testato il bug su macOS e Windows 7 e hanno segnalato un funzionamento anomalo dell’app di Safari. Per verifica, gli utenti hanno segnalato che visitando la pagina con browser Firefox non ha comportato problemi e i dispositivi hanno continuato a funzionare regolarmente.

ninja

iPhone si blocca con poche righe di codice HTML e CSS

Quando una persona naviga in una pagina che ospita questo codice CSS e HTML adeguatamente predisposto, a seconda della versione iOS, il dispositivo utilizzerà tutte le risorse disponibili; i problemi legati al kernel causeranno un riavvio del sistema e dell’apparecchio.

Safari

Meno rischi per chi utilizza il computer fisso

Per gli utenti Mac, i rischi sono minori: il blocco del computer per un breve periodo e prestazioni rallentate in generale, ma chiudendo la scheda di Safari la situazione dovrebbe risolversi.

LEGGI ANCHE: L’Apple Watch apre lo show di Cupertino. Poi i nuovi iPhone XS Sabri ha anche pubblicato un video di cosa accade quando si visita una pagina di quel tipo e l’iPhone accusa problemi. Nel post precedente, aveva avvisato in maiuscolo: “Se volete provarci, non prendetevela con me se il vostro iPhone si blocca”.





Source link

che c’è da sapere (e l’attesa per la one more thing)


E’ il giorno dell’Apple Special Event, quello in cui, come ogni anno a settembre, Tim Cook e il resto del top management di Apple presenteranno al mondo i prodotti chiave per i consumatori. Quest’anno, secondo indiscrezioni, però sarebbero tre, tutti con design uguale all’iPhone X, quello del decennale lanciato lo scorso anno che portava la grande novità del riconoscimento facciale. Ci sarà la one more thing? Espressione introdotta da Steve Jobs, che sta a significare una sorpresa, un prodotto fuori sacco? Difficile dirlo. Per saperlo basta seguire la diretta QUI. L’appuntamento allo Steve Jobs Theater alle 19 ora italiana.

apple

Come seguire l’evento

Il keynote potrà essere seguito anche su Apple Tv. Per lo streaming online occorre il browser Safari su iPhone, i Pad o iPod touch equipaggiati con una versione di iOS dalla 10 in poi. Oppure Safari su un Mac con almeno macOS Sierra 10.12 o successive versioni o ancora un Pc con Windows 10 utilizzando il browser Microsoft Edge. Contrariamente agli anni passati non dovrebbero esserci grandi problemi a seguire l’appuntamento anche attraverso altre piattaforme via Chrome o Firefox. Ma i prodotti Apple restano i più adeguati per un segnale definito. Per la prima volta l’evento dovrebbe essere trasmesso in streaming anche sul profilo Twitter di Apple.

Che ci aspettiamo

Sono attesi l’iPhone XS (da 5,8 pollici di display), l’XS MAX con schermo da 6,5 pollici e l’XC grande 6,1 pollici con schermo Lcd e non Oled e dal prezzo più basso. Potrebbero essere ‘dual sim’ e il design con grandi cornici e sensore di impronta TouchID, adottato la prima volta con iPhone 6 nel 2014, potrebbe essere definitivamente abbandonato. 

Apple Watch

Altro prodotto in rampa di lancio è la quarta generazione di Apple Watch: avrà cornici ridotte e questo permetterà, a parità di dimensioni dell’orologio (due i formati: 38 e 42 mm), di avere uno schermo più grande del 15% circa.  Attesi anche nuove versioni di auricolari senza fili Air Pods e l’Air Power, la basetta in grado di alimentare senza cavi iPhone.

iPad Pro con Usb-C

L’iPad Pro nella prossima versione potrebbe avere una porta Usb-C, come quelle che siamo abituati a vedere nei computer, invece della Lightning. L’indiscrezione, riportata ieri dal sito 9to5Mac, è dell’analista di Singapore Ming-Chi Kuo, considerato tra i più informati sul mondo Apple, e arriva ormai a poche ore dalla presentazione delle ultime novità della casa di Cupertino prevista per oggi. “Il modello di punta dei tablet di Apple – ha scritto Kuo – avrà il sistema Face Id per il riconoscimento facciale e passerà dalla porta Lightning all’Usb C per la prima volta. Inoltre sarà consegnato con il nuovo caricabatterie a 18 Watt che abbiamo visto in giro, mentre l’iPhone manterrà il charger da 5 Watt e la porta Lightning”.





Source link

Apple celebra le città francesi con una serie di video girati con iPhone


Lione, Marsiglia e Parigi, sono queste le città che Apple ha scelto di raccontare con tre film dal taglio totalmente contemporaneo.

Spot in bianco e nero e dall’anima minimal rendono omaggio all’identità musicale delle rispettive città attraverso sonorità hip hop di alcuni artisti emergenti: Chilla per Lione, Reef per Marsiglia e Lomepal per Parigi hanno registrato i testi delle loro canzoni su un iPhone; lo stesso è stato fatto dal regista Alex Morin, che ha mostrato la quotidianità delle città attraverso l’occhio dello smartphone, completando così di fatto il concept “Shot on iPhone”.

La strategia di Shot on iPhone di Apple

Lo scorso dicembre in Australia Apple ha pubblicato quattro film della serie Shot on iPhone, condividendo sul proprio canale YouTube il “first dance” di diverse coppie appena sposate.

Filo conduttore della strategia: la celebrazione dell’unione tra persone dello stesso sesso.

Tutti i film, ripresi dall’occhio dell’iPhone X, hanno come colonna sonora la canzone Never Tear Us Apart del cantautore australiano Courtney Barrett e sono mirati al solo pubblico dell’Australia che ha da poco approvato in Parlamento l’uguaglianza dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

L’azienda di Cupertino non è dunque nuova a questo modo di creare contenuti attraverso il prodotto, e non solo perché vuole dare risalto alla straordinaria videografia e fotografia di cui l’iPhone è capace.

Apple incoraggia la creatività

Infatti, già da tempo Apple ha invitato gli utenti a condividere i loro contenuti immortalati con il proprio telefono su Instagram, attraverso l’hashtag #ShotoniPhone, incoraggiando la creatività e la diversità delle persone in tutto il mondo, utilizzando quindi una strategia di user generated content.

In questo caso specifico, Apple valorizza i video e le foto create dal suo pubblico condividendole di volta in volta sul proprio account, aggiungendo  effetti sonori e intervistando alcuni dei creatori.

Siamo tutti d’accordo nell’affermare che Apple oltre a rendere speciale la creatività dei suoi utenti voglia anche far sì che l’hashtag #ShotoniPhone diventi presto un simbolo della cultura pop.

Collection: Forward Hold on. This one moves fast ⏩ #ShotoniPhone by… Shinya M. @shiny.amurayama, Shadow X. @shadow1188, Andreas G. @goerss.de, Antoine L. @antoine_l, Artem D. @artem.dilanyan, Angelo G. @angeloitsme, Pierre B. @pierrebabin, Mohamad A.F.B.R. @adleefirdaus, Hyogeun S. @_hyogeun_, Filo B. @eeeez_eh.tv, Nikita B. @nikolightinside, Ty P. @typoland, Kelly H. @hookeymonster, Paul H. @paul_the_other_one, Victor O. @victor.olariu, Maurycy P. @m.aurycy, Ryan S. @ryansay, As E.A. @bzytt, Aleksandra B. @bylinskaiaaa, Joe G. @theone.point, Pradeep A.J. @pradeepaj, Hervé B. @abracadagram, Mohamed F. @_xarn_, Denis M. @denismordas, Roger P. @45_5north, Samantha B. @sbohon1, Kei T. @tokochance, Damon F. @pilotdamon, Adam C. @adam_clegg, Luigi A. @luigialver, Tom T. @ttompost, Jake B. @jakebroge, Na’zø S. @nao3oh2, Oleg S. @arvo.part, David B. @jackbolga, Mathias M. @quadlow, Ian L. @ianlai_, Daniel L. @sanguinestains, Jordan J. @jdever12, Ravi S.R. @srravi, Mayankesh R. @mayankeshranjan, Sullivan R. @sullyrichard, Masako A. @maco_kirahvi, Irma M. @irma_mchedlishvili, Frank M. @frankwza, Mashuri H.P. @ulie, Brooke A. @studiobrooke, Oliver M. @olyfa_art, Simon O. @simon.ong, Sansern K. @thecuriousdan, Niklas S. @uniqlax, Edu M. @artphonegraphy, Akshay J. @iakshayvj, Anna S. @anna.scrigni, Francisco M. @trubitzo, Ide T. @id4os6, Yair Y. @yyvker, Xian H.T. @saltyhan, Elias E. @fotodesignstudium, Winfred K. @winfredk, Mark L. @dapperland Un post condiviso da apple (@apple) in data: Mag 22, 2018 at 9:34 PDT



Source link

show