Il ritratto dipinto da una intelligenza artificiale è stato venduto all’asta per una cifra record


Un dipinto creato dall’intelligenza artificiale è stato venduto per 432 mila dollari all’asta d’arte di Christie’s a New York. Il pezzo, dal titolo “Ritratto di Edmond Belamy”, è la prima opera realizzata interamente da una intelligenza artificiale per la vendita in un’importante asta d’arte.

Il collettivo artistico dietro l’AI, Obvious, si aspettava di ricavare tra 7 mila e 10 mila dollari dalla vendita, mentre la cifra record raggiunta durante l’asta ha lasciato tutti scioccati.

intelligenza artificiale ritratto

Come è stato realizzato il dipinto

Il dipinto è frutto del lavoro di un algoritmo noto come Generative Adversarial Networks (GAN), che è stato ideato dal collettivo d’arte con sede a Parigi. Il gruppo ha fornito all’algoritmo un set di dati di circa 15.000 ritratti dipinti da veri artisti tra il XIV e il XX secolo.

La parte dell’algoritmo deputato all’apprendimento (il Generator) ha iniziato a comprendere caratteristiche, tecniche e stili di quelle opere d’arte per iniziare a creare i suoi dipinti, mentre un’altra parte del sistema, il Discriminator, ha avuto il compito di determinare la differenza tra l’arte creata dall’uomo e l’arte prodotta dal Generatore. Questo processo è continuato fino a quando il Discriminatore non è stato più in grado di distinguere le opere.

A quel punto il collettivo artistico ha stabilito che il lavoro era abbastanza buono da poter essere venduto.

ai dipinto

Gli altri quadri dell’intelligenza artificiale in vendita

Il “Ritratto di Edmond Belamy“, a metà strada tra un’opera di Velazquez e un dipinto di de Kooning, è uno degli undici dipinti di una serie di ritratti di persone non reali creati dall’intelligenza artificiale.

Tutte le opere sono stampate su tela con getto d’inchiostro, incorniciate e firmate con la formula matematica che mostra la relazione tra generatore e discriminatore.

Gli altri ritratti di Obvious sono ora in vendita per circa 10 mila euro sul sito web del collettivo, anche se il prezzo potrebbe essere ritoccato dopo i risultati incredibili dell’asta.





Source link

Christie’s batterà all’asta anche la sedia a rotelle di Stephen Hawking


La casa internazionale Christie’s batterà all’asta dalla fine di ottobre fino all’8 novembre quasi due dozzine (22 per l’esattezza) di oggetti personali di uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi Stephen Hawking, morto a 76 anni a marzo 2018. Fra gli oggetti, c’è la sua tesi di dottorato sulle origini dell’universo, la sedia a rotelle che lo scienziato ha usato tra la fine degli anni Ottanta e la metà degli anni Novanta, alcuni dei numerosi premi ricevuti, pubblicazioni scientifiche e anche una sceneggiatura dei Simpsons. Il denaro raccolto dalla vendita della sedia a rotelle, in particolare, sarà devoluto alla Stephen Hawking Foundation e alla Motor Neurone Disease Association. Gli articoli fanno parte di una vendita in cui sono comprese anche alcune carte di Isaac Newton, di Charles Darwin e Albert Einstein. 

 LEGGI ANCHE: Tenace, visionario e lucido, perché il genio di Stephen Hawking è un faro per gli innovatori

Hawking

La tesi

All’asta una delle cinque copie conosciute della tesi di dottorato di Hawking (117 pagine) dell’Università di Cambridge del 1965. In una nota c’è scritto: “Questa dissertazione è il mio lavoro originale”, seguita da una firma “SW Hawking”. Valore stimato tra i 126 mila e i 189 dollari.

La sedia a rotelle

 In lista anche la sedia a rotelle motorizzata in pelle rossa e marrone usata dalla fine degli anni Ottanta alla metà degli anni Novanta. Hawking ha usato una sedia a rotelle durante il suo periodo a Cambridge e per la maggior parte della sua vita, dopo che gli è stata diagnosticata la SLA. Il suo valore stimato è tra i 12.600 e i 18.900 dollari. 

LEGGI ANCHE: La vita e l’universo nelle frasi più famose di Stephen Hawking

L’impronta digitale

All’asta anche il libro (anno 1988) di Hawking A Brief History of Time, firmato con la sua impronta digitale. E’ il volume ha portato l’astrofisica moderna in mezzo alla gente e ha trasformato Hawking in un’icona. 

Anche il bomber

Ma ci sono anche altri articoli in vendita, che riflettono lo status di celebrità di Hawking: un bomber che lo scienziato indossava durante un documentario del 2016 e perfino la sceneggiatura originale per la sua apparizione su I Simpson.





Source link

show