Porsche dice addio al diesel e punta su ibrido ed elettrico


Un po’ come rilancio del marchio in un mercato sempre più attento all’ambiente, un po’ come inevitabile trend al quale tutte le case automobilistiche dovranno prima o dopo rassegnarsi, Porsche ha annunciato che non costruirà più auto alimentate a diesel.

L’azienda tedesca ha dichiarato che “Porsche ha sempre abbinato la sua gamma di prodotti alle esigenze dei suoi clienti e alla ricerca dell’eccellenza tecnologica. Questo è il motivo per cui la casa automobilistica sta intensificando le sue attività nei settori della tecnologia ibrida e dell’elettromobilità e, in futuro, non offrirà più veicoli con propulsione diesel”.

LEGGI ANCHE: Arriva e-tron, il SUV elettrico di Audi che fa a gara con Tesla

porsche

Il trend dell’elettrico

La società ha quindi sottolineato la scelta non è dettata da una demonizzazione del gasolio, ma come risposta alle effettive richieste del mercato: se da un lato cresce l’interesse dei consumatori verso auto elettriche ed ibride, cala invece l’acquisto di modelli a diesel.

La spinta verso il green potrebbe essere dovuto in parte anche al dieselgate che ha coinvolto un’altra casa tedesca, la Volkswagen e che è costato circa 4,3 miliardi di dollari negli Stati Uniti e 17,5 miliardi di dollari in Europa, come compensazione. Anche Porsche, tra l’altro, è stata coinvolta nello scandalo, ammettendo che circa 13.500 modelli diesel di Cayenne avevano utilizzato il controllo illegale nei test delle emissioni diesel.

“Noi, in quanto produttori di auto sportive, per i quali il diesel ha sempre avuto un ruolo secondario, siamo giunti alla conclusione che vorremmo che il nostro futuro fosse privo di diesel”, ha affermato Oliver Blume, CEO di Porsche AG.

porsche dice addio al diesel

Le città tedesche vietano il diesel e il green diventa un lusso

Il calo della domanda di diesel può essere anche imputato, in parte, a controlli più severi in Germania: molte città tedesche, infatti, stanno vietando la circolazione di auto diesel nei comuni.

Porsche, intanto, comincerà introducendo la Taycan, la sua prima auto sportiva puramente elettrica sul mercato nel 2019. La produzione della vettura dovrebbe essere a zero CO2 e sarà ricaricata con energia elettrica verde tramite un’infrastruttura di ricarica ultraveloce diffusa in Europa.

Il green, insomma, sta diventando sempre di più un trend del lusso ricercato ed è probabile proprio per questo che altri importanti produttori di auto seguano Porsche, iniziando ad abbandonare il diesel.





Source link

Arriva e-tron, il SUV elettrico di Audi che fa a gara con Tesla


Per Tesla la competizione diventa ogni giorno più dura. Oggi è Audi a monopolizzare l’attenzione di stampa e consumatori, con il lancio del suo primo SUV elettrico, e-tron.

Anche Audi, per cominciare, ha voluto adottare una strategia di prevendita, ma la prenotazione può essere fatta con appena mille dollari e già a metà del prossimo anno i veicoli arriveranno nelle concessionarie del marchio.

Si tratta del primo veicolo elettrico di produzione di Audi, ma probabilmente è uno dei modelli più significativi del settore per le sue caratteristiche: una cabina di guida tecnologicamente avanzata, design e finiture familiari. Forse simile alla ultima Jaguar, la I-Pace, per tecnologia, comfort e prezzo, la e-tron arriva su un mercato con poca concorrenza, in cui le due case automobilistiche “tradizionali” sembrano unire le forze per imporsi rispetto a Tesla.

audi e-tron

Lo stile familiare di e-tron punta a chi ancora non crede nell’elettrico

Il SUV elettrico di Audi possiede un pacco batterie da 95 kWh che alimenta i motori elettrici su ciascun asse, per una trazione integrale di serie che garantisce anche due modi differenti per recuperare l’energia dispersa.

Negli interni, invece, ricorda i SUV a benzina di Audi, con una plancia formata da diversi touchscreen: lo schermo superiore montato sulla parte centrale gestisce l’infotainment e le funzioni di navigazione, mentre la parte inferiore serve per il controllo del clima e l’immissione di messaggi. L’abitacolo è equipaggiato in modo simile alle altre auto della linea Audi, ma nel design la e-tron rivela un linguaggio completamente differente.

Proprio questo stile permetterà ad Audi di attrarre una clientela tradizionale ma alla ricerca di un primo approccio con i veicoli elettrici.  Apparire familiare, in linea con la gamma del brand è la strategia per non spaventare un pubblico ancora diffidente rispetto all’elettrico.

LEGGI ANCHE: Tesla molla Nvidia e si fa da sola i chip per le sue auto

audi-etron-cockpit

Le caratteristiche dell’elettrico di Audi

Audi afferma, inoltre, che la batteria di e-tron può essere ricaricata all’80% in 30 minuti utilizzando un caricabatterie da 150 kW e l’e-tron viene fornito con un caricabatterie compatibile anche con prese domestiche da 120 volt. Grazie a una partnership, gli acquirenti avranno la possibilità di utilizzare Amazon Home Services, per preparare le loro case con l’installazione di un caricabatterie domestico.

Un motore elettrico è montato su ciascun motore dell’asse, sebbene entrambi non vengano utilizzati in ogni momento. A velocità moderate, infatti, il motore anteriore viene inibito, risparmiando energia, per essere avviato solo quando il motore posteriore non è più in grado di fornire sufficiente alimentazione.

Come altri veicoli elettrici, la e-tron recupera energia attraverso la frenata e la decelerazione. Ma, stando alle prime recensioni, Audi ha portato l’efficienza di guida ad un livello superiore. Usando i dati di navigazione e radar e quelli della telecamera, e-tron può in modo intuitivo spingere il conducente a rilasciare il pedale dell’acceleratore al momento appropriato. Se il veicolo, cioè, intuisce che il guidatore dovrebbe rallentare, lo indicherà al guidatore in nome dell’efficienza.

La potenza, poi, viene restituita alla batteria da praticamente tutte le situazioni di frenata, sia attraverso la decelerazione naturale quando il conducente rilascia l’acceleratore, sia quando viene innescato il sistema di frenatura per attrito.

La quantità di energia che l’e-tron può recuperare, infine, è selezionabile dal guidatore direttamente tramite un selettore presente sul volante, a tre impostazioni.





Source link

show