Un piccolo pezzo di carta può dire molto.

01.

Qual è la differenza tra marchio e logo?

É solo un cartoncino con nome, cognome, numero di telefono e alcuni dati personali e aziendali. Eppure può essere un dettaglio fondamentale per la vostra carriera. Stiamo parlando del biglietto da visita, uno strumento di cui spesso si ignora il reale valore ma che invece è preziosissimo per farvi ricordare, mettervi in relazione con i partner di lavoro e comunicare al meglio la vostra identità e il brand della società per cui lavorate. E’ un oggetto che parla di voi: non sottovalutatelo.
Progettare un biglietto da visita è un’operazione da fare con la massima cura.

02.

Gli errori da non commettere

Non bisogna trascurare nessun particolare: elementi tipografici, colori, immagini e illustrazioni.
È soprattutto è necessario dare spazio alla creatività, perché solo in questo modo la vostra business card risulterà qualcosa di originale e personale, anche a costo di sembrare un po’ bizzarra.
Come realizzare il biglietto da visita perfetto? Prima di iniziare il progetto, occorre tenere presente che ci sono degli errori da non commettere:

Non ricorrere al fai da te

Per quanto possiate essere abili con i software di grafica e di impaginazione, un biglietto da visita fatto “in casa” non potrà mai competere con uno realizzato a livello professionale. Quindi, portate pure le vostre idee e la vostra creatività, ma affidatevi agli esperti.

Non realizzare una business card poco originale

Assicuratevi che il vostro biglietto da visita sia qualcosa di unico. Se ci fate caso, il 90% di quelli che si trovano in giro sembrano tutti simili. Progettarne uno personalizzato e inconfondibile è anche un vantaggio rispetto ai vostri concorrenti.

Non inserire immagini troppo grandi

Non rendete il vostro biglietto qualcosa di disordinato: le immagini non devono prendere troppo spazio. Lo scopo principale di una business card è di mostrare nome, cognome e recapiti per contattarvi.

Non utilizzare materiali poco pratici

È meglio non usare materiali su cui è difficile scrivere. Un cartoncino lucido, per esempio, rende il vostro biglietto da visita più appariscente ma ne abbassa la praticità.

Come gestire il retro del biglietto

Il retro di un biglietto da visita è un “patrimonio” da sfruttare per aggiungere altre informazioni o svilupparne in modo più articolato la grafica. Va sempre riempito, magari organizzando i contenuti con maggiore libertà: le immagini sul fronte e i dati sul retro, o viceversa.

03.

Consigli

Una delle regole fondamentali da seguire è la creatività, potete anche ideare un biglietto non cartaceo e stampare i vostri dati e i vostri contatti su supporti “alternativi” (braccialetti di gomma, tazze, piccoli oggetti di design…) o seguire i nostri consigli:

Lo spessore del cartoncino

La carta deve avere uno spessore piuttosto alto e un peso non inferiore ai 300 grammi: un biglietto da visita troppo leggero è percepito come qualcosa di scarso valore.

Una headline

Secondo alcuni esperti di marketing, aggiungere un headline (una sorta di titolo-slogan pubblicitario che possa rappresentare voi o la vostra azienda) può dare un valore in più alla vostra business card e trasformarla in un piccola pubblicità.

I dati da inserire

In ogni biglietto da visita non devono mai mancare questi elementi: nome e cognome, logo della società, indirizzo dell’ufficio o della sede di lavoro, numeri di telefono del centralino, numero di fax, sito web, indirizzo e-mail della società. I dati non indispensabili, ma che comunque è meglio inserire, sono: la posizione che ricoprite in azienda o la professione (nel caso siate dei freelance), il numero di cellulare, l’indirizzo e-mail personale.

Il font

Pur non rinunciando all’originalità, bisogna utilizzare font non troppo complessi, senza troppe grazie o forme stravaganti. Il corpo del carattere, su un formato standard 85 x 55 mm, non deve essere superiore ai 10 pt. Maiuscolo e minuscolo possono andare bene entrambi, ma di solito il secondo è più facile da leggere rispetto al primo.

La chiarezza

I dati devono essere chiari e leggibili, altrimenti diventa più difficile raggiungere l’obiettivo primario di ogni biglietto da visita: farsi ricordare.

Hai già scelto il tuo biglietto da visita? I nostri grafici si metteranno all’opera per te!

show
Apri Chat
1
Chiudi la Chat
Ciao possiamo esserti d'aiuto?

Inizia la chat